1982 - Musica degli anni 80

Vai ai contenuti

Menu principale:

Anni 80
Menu


Anno

- 1970        - 1980
- 1971        - 1981
- 1972        - 1982
- 1973        - 1983
- 1974        - 1984
- 1975        - 1985
- 1976        - 1986
- 1977        - 1987
- 1978        - 1988
- 1979        - 1989

I singoli più venduti

 1. Der Kommissar (rap that) - Falco [#1, 1982/83]
  2. Paradise - Phoebe Cates [#1, 1982]
  3. Reality - Richard Sanderson [#1, 1981/82]
  4. Bravi ragazzi - Miguel Bosè [#1, 1982]
  5. Avrai - Claudio Baglioni [#1, 1982]
  6. Il Ballo del qua qua - Romina Power [#2, 1981/82]
  7. Hard to say I'm sorry - Chicago [#1, 1982/83]
  8. Words - F.R. David [#1, 1982/83]
  9. Ebony and ivory - Paul McCartney & Stevie Wonder [#1, 1982]
 10. Masterpiece - Gazebo [#2, 1982/83]
 11. Non succederà più - Claudia Mori [#1, 1982]
 12. Felicità - Al Bano & Romina Power [#1, 1982]
 13. Just an illusion - Imagination [#2, 1982]
 14. Storie di tutti i giorni - Riccardo Fogli [#1, 1982]
 15. I won't let you down - Ph.D. [#3, 1982/83]
 16. 5 o'clock in the morning - Village People [#5, 1981/82]
 17. Music and lights - Imagination [#2, 1982]
 18. Tanz Bambolina - Alberto Camerini [#3, 1981/82]
 19. Ballo ballo - Raffaella Carrà [#3, 1982/83]
 20. Celeste nostalgia - Riccardo Cocciante [#4, 1982]
 21. Un'Altra vita un altro amore - Christian [#5, 1982]
 22. Da da da I don't love you you don't love me aha aha aha - Trio [#5, 1982]
 23. Eye of the tiger - Survivor [#3, 1982/83]
 24. Survival - America [#4, 1982]
 25. Un'Estate al mare - Giuni Russo [#3, 1982]
 26. Disco Project - Pink Project [#4, 1982/83]
 27. Messaggio - Alice [#5, 1982]
 28. Flash in the night - Secret Service [#13, 1982]
 29. Solo grazie - Giuseppe Cionfoli [#5, 1982]
 30. Rosanna - Toto [#12, 1982/83]
 31. Ska chou chou (82) - Claudio Cecchetto [#4, 1981/82]
 32. Non sono una signora - Loredana Bertè [#5, 1982]
 33. Don't you want me - The Human League [#10, 1982]
 34. Wordy rappinghood - Tom Tom Club [#9, 1981/82]
 35. Harden my heart - Quarterflash [#6, 1982]
 36. Non stop twist - Kim and the Cadillacs [#12, 1981/82]
 37. Come vorrei - I Ricchi e Poveri [#3, 1982]
 38. Body talk - Imagination [#13, 1981/82]
 39. Lisa - Stefano Sani [#7, 1982]
 40. Blue eyes - Elton John [#10, 1982]
 41. Ping pong - Plastic Bertrand [#7, 1982]
 42. Sarà la nostalgia - Sandro Giacobbe [#12, 1982]
 43. Twist '82 - Twist '82 [#7, 1982]
 44. Lamette - Donatella Rettore [#6, 1982]
 45. Eye in the sky - Alan Parsons Project [#5, 1982/83]
 46. You are a danger - Gary Low [#9, 1982/83]
 47. This time - Donatella Rettore [#10, 1982/83]
 48. Nisida - Edoardo Bennato [#8, 1982]
 49. She's a lady - Richard Sanderson [#5, 1982]
 50. Aria di casa - Sammy Barbot [#5, 1981/82]
 51. Private investigations - Dire Straits [#13, 1982/83]
 52. E già - Lucio Battisti [#7, 1982/83]
 53. Vivi - Gianni Togni [#12, 1982]
 54. C'est la vie - Trix [#12, 1981/82]
 55. Pieno d'amore - Loretta Goggi [#12, 1982/83]
 56. Eva - Umberto Tozzi [#9, 1982]
 57. Lady Oscar - I Cavalieri del Re [#7, 1982]
 58. On the road again - Barrabas [#12, 1981/82]
 59. Momenti - Julio Iglesias [#15, 1982/83]
 60. Ti stringerò - Nada [#16, 1982]
 61. Che fico - Pippo Franco [#10, 1982]
 62. Physical - Olivia Newton-John [#13, 1981/82]
 63. Soli - Drupi [#11, 1982]
 64. Japanese boy - Aneka [#16, 1981/82]
 65. Thru' these walls - Phil Collins [#19, 1982/83]
 66. Let's groove - Earth, Wind and Fire [#24, 1981/82]
 67. Problemi - Marcella [#19, 1982]
 68. Per i tuoi occhi - Loredana Bertè [#11, 1982/83]
 69. Mi mancherai (Don't walk away) - Marcella [#14, 1981/82]
 70. Sono un vagabondo - Julio Iglesias [#17, 1982/83]
 71. Love is in control (fingers on my triggers) - Donna Summer [#18, 1982]
 72. Io no - Anna Oxa [#18, 1982]
 73. Radio station - The Rockets [#18, 1982]
 74. L'Amour OK - Plastic and Nathalie [#16, 1982/83]
 75. Stars on 45 III (Stars on Stevie) [medley] - Stars on 45 [#24, 1982]
 76. Marinaio - Gianni Morandi [#20, 1982]
 77. More than this - Roxy Music [#21, 1982]
 78. Marinai - Le Orme [#27, 1982]
 79. Soldi - Renato Zero [#16, 1982/83]
 80. Sei la sola che amo - Dario Farina [#32, 1982]
 81. Cuore bandito - Julie [#30, 1982]
 82. Fotostop - Claudio Cecchetto [#23, 1982]
 83. Accademia in classics - Accademia [#29, 1982]
 84. Sette fili di canapa - Mario Castelnuovo [#26, 1982]
 85. E non finisce mica il cielo - Mia Martini [#30, 1982]
 86. Body language - Queen [#23, 1982]
 87. Carbonara - Spliff [#25, 1982]
 88. Sogno della galleria - Franco Simone [#23, 1982]
 89. Heat of the moment - Asia [#30, 1982/83]
 90. Made in Italy - I Ricchi e Poveri [#27, 1982]
 91. Sei la mia donna - Mal [#31, 1982]
 92. Eye of the tiger - Nighthawk [#22, 1982/83]
 93. Morirò per te - Mina [#21, 1982/83]
 94. Romantici - Viola Valentino [#34, 1982]
 95. Abracadabra - Steve Miller Band [#26, 1982]
 96. Sola - Viola Valentino [#19, 1982/83]
 97. Vado al massimo - Vasco Rossi [#23, 1982]
 98. (The best part of) Breakin'up - Roni Griffith [#22, 1982]
 99. Strappacuore - Valentino [#30, 1982]
100. Only you - Yazoo [#22, 1982/83]

Classifica Anno
I singoli più venduti

NB: I dischi presenti in classifica in più anni vengono inseriti nella Top100 dell'anno in cui hanno avuto il maggior successo, segnalando tra parentesi quadre gli anni di presenza in classifica. Il numero dopo il segno # indica la max posizione raggiunta nella classifica settimanale.

Successi in Italia

Successi in Italia   

In un anno in cui molte canzoni si alternano al comando della hit parade, sarà uno sconosciuto cantante austriaco a vincere il premio di canzone dell'anno. Intanto, a inizio 1982, spopola ovunque, soprattutto alle feste di compleanno e di carnevale, Reality, dello sconosciuto Richard Sanderson, tema del clamoroso successo cinematografico di fine 1981, "Il tempo delle mele".
Dopo la vittoria a San Remo, va benissimo anche Riccardo Fogli, con "Storie di tutti i giorni". Sempre sull'onda di un successo cinematografico, "Paradise" di Phoebe Cates domina le hit parade per tre mesi, finché non viene superata dal nuovo idolo delle teenagers, Miguel Bosé con "Bravi ragazzi".
Anche gli Imagination e Claudio Baglioni, con la splendida "Avrai", arrivano al numero uno, finché a metà ottobre arriva Falco.
Lo sconosciuto giovanotto austriaco va in testa alla classifica e ci rimane fino all'inizio del 1983 con una specie di rap elettronico in un inglese molto "tedesco". A nulla valgono i ripetuti assalti di "I won't let you down" dei PH.D. e di "Hard to say i'm sorry", dei Chicago. Se il 1982 a 45 giri non ha avuto un vincitore netto, la classifica degli album é stradominata per tutto l'anno da un sopravvissuto del progressive rock italiano anni 70: Franco Battiato.
Abbandonata l'ardita sperimentazione dei tempi di "Fetus" e "Pollution", Battiato esce con La voce del padrone, un disco con tematiche molto profonde ma furbamente "mascherate" in quelle che all'apparenza sono canzoni molto "facili", in modo da non spaventare chi compra un disco in cui ci sono gemme preziose come "Gli uccelli", a mio modesto parere la piú bella poesia italiana degli ultimi anni. "La voce del padrone" sarà il primo disco italiano a superare il milione di copie vendute, e suo malgrado, Battiato diventa una star.
A reggere le bordate della corazzata Battiato, in classifica per oltre un anno, ci provano la colonna sonora de "Il tempo delle mele", "Cocciante", con la bellissima "Celeste nostalgia", che non riuscirà mai a raggiungere il numero uno, il rock elettronico degli Alan Parsons project, con "Eye in the sky", e verso fine anno i Dire Straits, che con "Love over gold" riusciranno a spodestare il tiranno siciliano.

Artisti Stranieri

Artisti Stranieri

Arrivano dall'Australia i campioni del 1982: sono gli sconosciuti Men at work, che sbancano le classifiche con Business as usual, contenente le due super hit "Who can it be now" e "Down under".
Il loro rock molto facile e l'inconfondibile attacco di sax conquista le top ten mondiali, mentre il compositore Vangelis conosce improvvisa, grandissima fama con la colonna sonora del film "Momenti di gloria". Paul McCartney ottiene grande successo in accoppiata con Stevie Wonder, in "Ebony and ivory". Olivia Newton John porta fin nel 1982 il successo di "Physical", ma le due hit maggiori dell'anno sono "Hard to say i'm sorry", dei Chicago, e soprattutto "Eye of the tiger", dei Survivor
.Il gruppo americano é un altro esempio dello stretto connubio cinema-musica dell'epoca, visto che la loro canzone é il tema di "Rocky 3". Successo grandissimo anche per Don't you want me, degli Human league. Grande successo anche per il quarto album dei californiani Toto, "Toto IV", con le grandissime hit "Africa" e "Rosanna".

Meteore

Meteore

In un anno in cui i numeri uno, Falco e Sanderson, sono vere meteore, il panorama italiano propone Giuseppe Cionfoli, che si presenta a San Remo spacciandosi per frate (lo si saprà solo dopo), e diventa fenomeno mediale con "Solo grazie". La vera meteora é quindi Gazebo, gettonatissimo nei juke-box e come colonna sonora dei vari film di Vanzina, quest'anno con "Masterpiece", e poi con le mitiche I like Chopin e "Dolce vita", che a onor del vero viene prima portata al successo da un'altra meteora, Ryan Paris.
Ma gli autentici fenomeni parastatali dell'anno sono i Trio, tre zoticoni tedeschi che hanno 5 minuti di gloria con la mitica "Da da da" ( e il testo é tutto qua!). Anche i Quarterflash, con "Harden my heart", durano lo spazio di un pomeriggio.



 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu