1984 - Musica degli anni 80

Vai ai contenuti

Menu principale:

Anni 80
Menu


Anno

- 1970        - 1980
- 1971        - 1981
- 1972        - 1982
- 1973        - 1983
- 1974        - 1984
- 1975        - 1985
- 1976        - 1986
- 1977        - 1987
- 1978        - 1988
- 1979        - 1989

I singoli più venduti

  1. I just called to say I love you - Stevie Wonder [#1, 1984/85]
  2. Careless whisper - Wham! [#1, 1984/85]
  3. Self control - Raf [#1]
  4. Fotoromanza - Gianna Nannini [#1]
  5. Love of the common people - Paul Young [#1]
  6. All night long (all night) - Lionel Richie [#1, 1983/84]
  7. Smalltown boy - Bronski Beat [#1, 1984/85]
  8. Against all odds (Take a look at me now) - Phil Collins [#3]
  9. Sounds like a melody - Alphaville [#1]
 10. State of the Nation - Industry [#1]
 11. Relax - Frankie Goes to Hollywood [#1]
 12. Radio ga ga - Queen [#2]
 13. People from Ibiza - Sandy Marton [#1]
 14. All of you - Julio Iglesias & Diana Ross [#5, 1984/85]
 15. Ci sarà - Al Bano & Romina Power [#1]
 16. Girls just want to have fun - Cyndi Lauper [#4]
 17. Movin' on - Novecento [#1]
 18. Friends - Amii Stewart [#1]
 19. Forever young - Alphaville [#3, 1984/85]
 20. I Treni di Tozeur - Alice & Franco Battiato [#3]
 21. Dance hall days - Wang Chung [#2]
 22. Ci vorrebbe un amico - Antonello Venditti [#5, 1983/84]
 23. Victims - Culture Club & Boy George [#2]
 24. Cara - Christian [#4]
 25. La Colegiala - Rodolfo y su Tipica [#3]
 26. Crilù - Heather Parisi [#4, 1984/85]
 27. Big in Japan - Alphaville [#3]
 28. Such a shame - Talk Talk [#4]
 29. Terra promessa - Eros Ramazzotti [#2]
 30. The War song - Culture Club & Boy George [#3, 1984/85]
 31. Ballet dancer - The Twins [#3, 1983/84]
 32. Time after time - Cyndi Lauper [#5]
 33. Just for tonight - Gilbert Montagné [#2]
 34. Non voglio mica la luna - Fiordaliso [#3]
 35. Cosa sei - I Ricchi e Poveri [#2, 1983/84]
 36. Jump - Van Halen [#2]
 37. Love resurrection - Alison Moyet [#6, 1984/85]
 38. Maybe one day - The Creatures [#11]
 39. Serenata - Toto Cutugno [#4]
 40. Miraggi - Miguel Bosè [#10, 1984/85]
 41. Fiore di maggio - Fabio Concato [#13]
 42. Cigarettes and coffee - Scialpi [#7]
 43. Owner of a lonely heart - Yes [#11, 1983/84]
 44. Reggae night - Jimmy Cliff [#8]
 45. It's my life - Talk Talk [#7]
 46. Guardian angel - Masquerade [#8]
 47. I love Rockfeller - Josè Luis Moreno [#6, 1984/85]
 48. Your love is king - Sade [#1]
 49. Freedom - Wham! [#6, 1984/85]
 50. Survivor - Mike Francis [#8]
 51. Why? - Bronski Beat [#13, 1984/85]
 52. Telephone mama - Gazebo [#11, 1984/85]
 53. Voices - Russ Ballard [#11]
 54. The Night - Valerie Dore [#16]
 55. Grazie perchè (We've got tonight) - Gianni Morandi & Amii Stewart [#5, 1983/84]
 56. To France - Mike Oldfield [#12]
 57. No more lonely nights - Paul McCartney [#17, 1984/85]
 58. Kalimba de luna - Tony Esposito [#6]
 59. Street dance - Break Machine [#9]
 60. The Reflex - Duran Duran [#11]
 61. Shine on dance - Carrara [#17]
 62. Wouldn't it be good - Nik Kershaw [#10]
 63. Comanchero - Moon Ray (Raggio di Luna) [#17, 1984/85]
 64. Stay - Bonnie Bianco & Pierre Cosso [#7]
 65. Nina - Mario Castelnuovo [#10]
 66. Giulia - Gianni Togni [#14]
 67. No controles - Olè Olè [#10, 1983/84]
 68. Come si cambia - Fiorella Mannoia [#11]
 69. Sneaking out the back door - Matt Bianco [#15]
 70. Crime of passion - Mike Oldfield [#9]
 71. Sulla terra io e lei - Riccardo Cocciante [#12, 1983/84]
 72. Joe Temerario - Ron [#15]
 73. Io e te - Jair Rodriguez e Jairzinho [#12]
 74. Nuovo swing - Enrico Ruggeri [#13]
 75. Anni ruggenti - Gruppo Italiano [#13]
 76. On va s'aimer - Gilbert Montagné [#15, 1983/84]
 77. Like to get to know you well - Howard Jones [#18]
 78. What is love - Howard Jones [#18]
 79. Pinocchio chiò - Pippo Franco [#12]
 80. Sad songs (say so much) - Elton John [#20]
 81. Total eclipse of the heart - Bonnie Tyler [#14]
 82. Eyes without a face - Billy Idol [#14]
 83. Per una bambola - Patty Pravo [#17]
 84. Somebody's watching me - Rockwell [#14]
 85. Union of the snake - Duran Duran [#22, 1983/84]
 86. Fatalità - Raffaella Carrà [#15, 1983/84]
 87. I'm gonna tear your playhouse down - Paul Young [#25, 1984/85]
 88. Georgie - Cristina D'Avena [#16, 1984/85]
 89. Blue jean - David Bowie [#19]
 90. Let the music play - Shannon [#13]
 91. No tengo dinero - Righeira [#13, 1983/84]
 92. Two tribes - Frankie Goes to Hollywood [#15]
 93. Nel mio cielo puro - Marcella [#26]
 94. Regalami un sorriso - Drupi [#14]
 95. Whose side are you on - Matt Bianco [#28]
 96. All cried out - Alison Moyet [#16, 1984/85]
 97. Aspettami ogni sera - Flavia Fortunato [#27]
 98. Boys do fall in love - Robin Gibb [#14]
 99. State of shock - Michael Jackson & Mick Jagger [#10]
100. What's love got to do with it - Tina Turner [#21, 1984/85]

Classifica Anno
I singoli più venduti

NB: I dischi presenti in classifica in più anni vengono inseriti nella Top100 dell'anno in cui hanno avuto il maggior successo, segnalando tra parentesi quadre gli anni di presenza in classifica. Il numero dopo il segno # indica la max posizione raggiunta nella classifica settimanale.

Successi in Italia

Successi in Italia

É un anno, molto "open", almeno in Italia, dove non é ancora arrivato il ciclone Prince che con "Purple rain" si é abbattutto sul mondo anglosassone. Tra i vari aspiranti alla corona di disco dell'anno, hanno titoli Francesco De Gregori, due mesi in vetta con "La donna cannone", Raf, dominatore dell'estate con "Self control", Paul Young, con la bellissima "Love of the common people", e ancora, Gianna Nannini, con Fotoromanza, Amii Stewart, con "Friends", Stevie Wonder con "I just called to say i love you".
Ma nessuno di questi cantanti riesce nell'impresa dei tedeschi Alphaville, il gruppo dell'anno.

Il 12 maggio, entrano in classifica con "Big in Japan", a cui fanno seguito "Sounds like a melody" e Forever young: per otto mesi di fila, almeno un loro disco é nei primi 10, un risultato straordinario che vale tantissimo, in un mondo altamente volubile come quello dei 45 giri. La classifica degli album é un trionfo degli artisti italiani: Va bene, va bene così é il primo, grandissimo successo del futuro re del rock Vasco Rossi.
Il 12 maggio, entrano in classifica con "Big in Japan", a cui fanno seguito "Sounds like a melody" e Forever young: per otto mesi di fila, almeno un loro disco é nei primi 10, un risultato straordinario che vale tantissimo, in un mondo altamente volubile come quello dei 45 giri. La classifica degli album é un trionfo degli artisti italiani: Va bene, va bene così é il primo, grandissimo successo del futuro re del rock Vasco Rossi.




Artisti Stranieri

Artisti Stranieri

Lo hanno chiamato e si é fatto chiamare nei modi più disparati, arrivando a rinnegare il nome con cui si fá conoscere nel 1984: Prince. Per adesso, si chiama "il genio di Minneapolis", e Purple rain ottiene un successo strepitoso.
Non solo, anche il singolo "When doves cry" é il numero uno della categoria. Tra chi si deve accontentare del secondo posto, un tale Bruce Springsteen incide una certa "Born in the USA", che diventerá il pezzo trainante dell'omonimo album e di tutta la carriera futura del Boss. Cyndi Lauper piazza non uno, ma due grandi hit: "Girls just want to have fun" e la bellissima Time after time, e altri notevoli numeri uno sono Tina Turner, con "What's love got to do with it", Phil Collins con "Against all odds", dal film "Due vite in gioco", e Stevie Wonder e Ray Parker jr., anche loro passati al cinema, rispettivamente con I just called to say i love you dal film "La signora in rosso" e "Ghostbusters", dall'omonimo horror comico che spopola in tutti i cinema. I Van Halen ottengono grande successo con "Jump", mentre a fine anno un gruppo di superstar del pop inglese si riunisce con il nome di Band aid e incide "Do they know it's Christmas".
La canzone, bellissima, avrá grandissimo successo nel 1985, e sará il motore di tutta l'operazione "Live Aid". Tra i membri di Band aid ci sono anche i Duran duran, che hanno ottenuto nel corso dell'anno il loro primo numero uno, con "The reflex". "Borderline" é il primo disco da classifica di una italoamericana piuttosto tarchiatella, tale Madonna.

Meteore

Meteore

Sandy Marton vive la sua estate di gloria, con la mitica "People from Ibiza". Capello lungo, faccia da figlio di buona donna che la sa molto lunga, fá strage di cuori tra le teenagers italiane con la sua tastierona da tracolla: in realtá, é meno esotico di quanto faccia credere, e deve il suo successo a un grande creatore di fenomeni multimediali come Claudio Cecchetto, che si é stufato di cantare "Gioca jouer".
Altri fenomeni da notte di mezza estate sono Il Gruppo italiano, quelli di "Tropicana" e "Anni ruggenti", i Novecento, con "Movin' on", e Mike Francis, italianissimo nonostante il nome, con "Survivor". Kenny Loggins fá in tempo ad arrivare al numero uno in tutto il mondo con Footloose prima di ritornare nel buio, i Rockwell diventano famosi con "Somebody's watching me" e poi spariscono, i Wang chung incidono "Dance hall days" e poi tornano alle loro vere occupazioni. Tristi storie, negli anni 80..


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu