1985 - Musica degli anni 80

Vai ai contenuti

Menu principale:

Anni 80
Menu


Anno

- 1970        - 1980
- 1971        - 1981
- 1972        - 1982
- 1973        - 1983
- 1974        - 1984
- 1975        - 1985
- 1976        - 1986
- 1977        - 1987
- 1978        - 1988
- 1979        - 1989

I singoli più venduti

  1. We are the world - USA for Africa [#1]
  2. Into the groove - Madonna [#1, 1985/86]
  3. The wild boys - Duran Duran [#1, 1984/85]
  4. A View to a kill - Duran Duran [#1]
  5. Election day - Arcadia [#1, 1985/86]
  6. Don't you (forget about me) - Simple Minds [#2]
  7. Noi ragazzi di oggi - Luis Miguel [#1]
  8. Una Storia importante - Eros Ramazzotti [#1]
  9. L'Estate sta finendo - Righeira [#1]
 10. 19 - Paul Hardcastle [#1]
 11. The Neverending story - Limahl [#2, 1984/85]
 12. Alive and kicking - Simple Minds [#1, 1985/86]
 13. Questione di feeling - Mina & Riccardo Cocciante [#2, 1985/86]
 14. You spin me round (like a record) - Dead or Alive [#3]
 15. Part time lover - Stevie Wonder [#2, 1985/86]
 16. Ghostbusters - Ray jr Parker [#8, 1984/85]
 17. We don't need another hero - Tina Turner [#2, 1985/86]
 18. Rock me Amadeus - Falco [#2, 1985/86]
 19. Do they know it's Christmas - Band Aid [#1]
 20. Shout - Tears For Fears [#2]
 21. Duel - Propaganda [#3]
 22. Last Christmas - Wham! [#2]
 23. The Power of love - Frankie Goes to Hollywood [#4]
 24. Movies - On Air [#5]
 25. Girl's got a brand new toy - T.X.T. [#4]
 26. This is not America - David Bowie & Pat Metheny Group [#5]
 27. Volare (Nel blu dipinto di blu) - Musicaitalia per l'Etiopia [#2]
 28. I'll fly for you - Spandau Ballet [#6]
 29. Camel by camel - Sandy Marton [#5]
 30. L'Ultima poesia - Marcella & Gianni Bella [#7]
 31. Tarzan boy - Baltimora [#6]
 32. Sorrisi - New Glory [#5]
 33. If you love somebody set them free - Sting [#7]
 34. Insieme - Christian e le Bon Ton [#19, 1985/86]
 35. (I'll never be) Maria Magdalena - Sandra [#3]
 36. Dancing in the street - Mick Jagger & David Bowie [#3]
 37. Samurai - Michael Cretu [#6]
 38. Live is life - Opus [#6]
 39. Gambler - Madonna [#8, 1985/86]
 40. Future brain - Den Harrow [#12]
 41. Every time you go away - Paul Young [#8]
 42. One night in Bangkok - Murray Head [#9]
 43. Alone without you - King [#6, 1985/86]
 44. Johnny come home - Fine Young Cannibals [#5]
 45. Sussudio - Phil Collins [#11]
 46. Imagination - Belouis Some [#7]
 47. Se nasco un'altra volta - I Pooh [#3]
 48. Slave to the rhythm - Grace Jones [#7, 1985/86]
 49. Sugar sugar - Lorella Cuccarini [#5, 1985/86]
 50. P.Machinery - Propaganda [#5, 1985/86]
 51. When the rain begins to fall - Jermaine Jackson & Pia Zadora [#8]
 52. Money's too tight (to mention) - Simply Red [#4]
 53. Midnight radio (I love my radio) - Taffy [#8]
 54. Se m'innamoro - I Ricchi e Poveri [#6]
 55. I should have known better - Jim Diamond [#5, 1984/85]
 56. The Riddle - Nik Kershaw [#10, 1984/85]
 57. Cheri cheri lady - Modern Talking [#10, 1985/86]
 58. Sole papà - Pompeo e Carlotta [#8, 1985/86]
 59. Crazy for you - Madonna [#15]
 60. Together - Amii Stewart & Mike Francis [#9]
 61. Stranger in town - Toto [#27, 1984/85]
 62. Everything she wants - Wham! [#9]
 63. We close our eyes - Go West [#9]
 64. Notte serena - Christian [#15]
 65. In the heat of the night - Sandra [#9, 1985/86]
 66. Things can only get better - Howard Jones [#11]
 67. Some like it hot - Power Station [#9]
 68. Exotic and erotic - Sandy Marton [#15, 1985/86]
 69. Slave to love - Bryan Ferry [#11]
 70. Like a virgin - Madonna [#14, 1984/85]
 71. Come to my aid - Simply Red [#11, 1985/86]
 72. Souvenir - Matia Bazar [#8]
 73. Acqua - Loredana Bertè [#13]
 74. The Only one - Novecento [#17, 1984/85]
 75. Material girl - Madonna [#18]
 76. L'Aiuola - Fiorella Mannoia [#17]
 77. Don't mess with doctor dream - Thompson Twins [#13, 1984/85]
 78. Love and pride - King [#13]
 79. The Power of love - Huey Lewis and the News [#13]
 80. Look mama - Howard Jones [#6]
 81. Why me - Novecento [#30]
 82. Square rooms - Al Corley [#12]
 83. Mad desire - Den Harrow [#13, 1984/85]
 84. It's so easy - Valerie Dore [#24]
 85. Change your mind - Raf [#18, 1984/85]
 86. Everybody wants to rule the world - Tears For Fears [#11]
 87. Fever - Tipinifini [#11]
 88. Cenerentola (Cinderella) - Martinelli [#16]
 89. Chiamalo amore - Gigliola Cinquetti [#11]
 90. Mi piacerebbe... (andare al mare... al lunedì...) - Toto Cutugno [#11]
 91. Eaten alive - Diana Ross [#21]
 92. Nikita - Elton John [#19, 1985/86]
 93. A lei - Anna Oxa [#13]
 94. Prospettiva Nevskij - Alice [#19]
 95. It's called a heart - Depeche Mode [#16]
 96. Bla bla - Gianna Nannini [#31]
 97. Just another night - Mick Jagger [#21]
 98. One more night - Phil Collins [#18]
 99. Separate lives - Phil Collins & Marilyn Martin [#26, 1985/86]
100. Welcome to the sunshine - Carrara [#33]

Classifica Anno
I singoli più venduti

NB: I dischi presenti in classifica in più anni vengono inseriti nella Top100 dell'anno in cui hanno avuto il maggior successo, segnalando tra parentesi quadre gli anni di presenza in classifica. Il numero dopo il segno # indica la max posizione raggiunta nella classifica settimanale.

Successi in Italia

Successi in Italia   

George Michael domina l'inizio anno, da solo con "Careless whisper" e come 50% degli Wham con "Wake me up". Prima che San Remo lanci in orbita tre personaggi, và al numero uno "Do they know it's Christmas", che porterà a molte cose buone nel corso dell'anno. I tre fenomeni che escono da San Remo, sono Eros Ramazzotti, "Una storia importante" e la candidatura a diventare a breve il numero uno del pop italiano, Luis Miguel, idolo delle ragazzine con "Ragazzi di oggi", e soprattutto i Duran Duran.
Un anno dopo l'Inghilterra, arriva anche da noi la Duranmania: nel corso dell'anno, piazzeranno in vetta alla classifica di tutto, da "Wild boys", a "Save a prayer", fino all'insulsa "A view to a kill". La contrapposizione all'altro gruppo idolo delle ragazzine inglesi, gli Spandau ballet, in Italia regge poco. Del resto, uscirà il film "Sposeró Simon Le Bon", mica "Sposeró il fighetto degli Spandau" (Tony Hadley, mi sembra, ma non chiedete a me, io ascoltavo i Dire Straits..). Il clamoroso successo dei Duran non fà comunque passare in secondo piano l'altro numero uno dell'anno, il supergruppo Usa for Africa, che sulla spinta dell'esempio inglese lancia la mitica We are the world, sempre contro la carestia in Etiopia. I due progetti di aiuti inglese e americano si fondono il 13 luglio in "Live aid", il piú grande concerto live della storia, che tra Londra e Philadelphia chiama sul palco decine di big della canzone, e raccoglie miliardi di telespettatori davanti al video e decine di milioni di dollari (di 20 anni fa..) a favore delle popolazioni africane colpite dalla carestia.
L'anno si chiude con miss Veronica Ciccone in testa a tutte le classifiche, e prossima regina incontrastata di tutto ció che é pop: "Like a virgin" sarà un serbatoio inesauribile di numeri uno. La classifica degli album premia invece Claudio Baglioni, con La vita é adesso, davanti al primo tentativo solista di Sting, "The dream of the blue turtles". Gli altri numeri uno sono gli inevitabili Duran, gli Spandau ballet, e Vasco Rossi, "Cosa succede in città". Arriva in Italia solo nel 1986 l'album dell'anno mondiale, "Brothers in arms".



Artisti Stranieri

Artisti Stranieri

All'estero, infatti, l'album di Madonna é uscito a cavallo della fine dell'anno prima con il 1985, e nonostante il successo clamoroso, non riesce a fare gli stessi numeri dei Dire Straits, che producono quello che sarà l'album piú venduto di sempre nel nuovo formato di registrazione ottico inventato dalla Philips, il compact disc. "Brothers in arms" conquista tutti i mercati mondiali, e Money for nothing il premio di video dell'anno.
L'esibizione dei Dire Straits con Sting a Live Aid é uno dei pezzi piú visti dello show. Non che Madonna si debba lamentare del 1985, tutt'altro: "Into the groove", "Crazy for you", Like a virgin sono numeri uno in tutto il mondo, e ne fanno la regina del settore singoli.
Gli incredibili exploit dell'artista italoamericana fanno passare in secondo piano gli straordinari successi di George Michael, sia da solo che come parte degli Wham. I Tears for fear sono il nome nuovo delle classifiche, mentre é un trionfo il tentativo da solista di Phil Collins, con "No jacket required". Bruce Springsteen e la E Street Band raccolgono in un triplo album il meglio di 10 anni di concerti, e francamente non credo sia mai uscito prima o dopo un "live" più emozionante, trascinante, esaltante di questo.

Meteore

Meteore

"L'estate sta finendo", cantano i Righeira, e insieme a lei la loro ultima stagione di notorietà. Ma la meteora piú veloce dell'anno é il giovanissimo Luis Miguel, che a San Remo propone la ruffiana "Ragazzi di oggi".
Diventa il beniamino delle ragazzine della fascia 9-13 anni, visto che le over 13 sono impegnate a svenire per i Duran Duran, e la sua carriera italiana é finita prima ancora di cominciare. Sandy Marton ci delizia con "Camel by camel", mentre l'italianissimo Baltimora non ottiene in Italia il successo che riceve in America, dove Tarzan boy arriva al numero uno delle classifiche. Aggiungerei alla lista anche Den Harrow, con "Mad desire" e i Tipinifini, con "Fever", ma poi non vorrei che mi perdeste di vista la batteria molto nutrita di meteore col passaporto che transitano nei cieli italiani e internazionali nell'anno di grazia 1985. Si comincia con i due big della categoria: Limahl, con "Neverending story", tema del film "La storia infinita", e soprattutto i mitici Opus, quelli di Live is life.
Sbucano dal nulla con questo incredibile successo, probabilmente uno dei 10 dischi piú ricordati di tutti gli anni 80, e poi tornano nell'oscurità un attimo dopo: meteore veramente da casistica! Non sono da meno gli Arcadia, specie di succursale dei Duran Duran, con "Election day", o Paul Hardcastle, con l'odiosa "Nineteen". E cosa dire degli unici e soli Dead or alive, quelli di You spin me round (like a record). Per non darvi troppe emozioni in una volta sola, diró infine che questo anno fortunatissimo per l'avvistamento di corpi celesti ha portato anche i Go West, Belouis Some e Murray Head, il fighetto di "One night in Bangkok". Che anno, ragazzi!


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu