1986 - Musica degli anni 80

Vai ai contenuti

Menu principale:

Anni 80
Menu


Anno

- 1970        - 1980
- 1971        - 1981
- 1972        - 1982
- 1973        - 1983
- 1974        - 1984
- 1975        - 1985
- 1976        - 1986
- 1977        - 1987
- 1978        - 1988
- 1979        - 1989

I singoli più venduti

  1. Papa don't preach - Madonna [#1]
  2. Run to me - Tracy Spencer [#1]
  3. Easy lady - Ivana Spagna [#1]
  4. Notorious - Duran Duran [#1, 1986/87]
  5. Live to tell - Madonna [#1]
  6. You can leave your hat on - Joe Cocker [#1]
  7. Take on me - A-Ha [#1, 1985/86]
  8. Bello e impossibile - Gianna Nannini [#2, 1986/87]
  9. Through the barricades - Spandau Ballet [#2, 1986/87]
 10. Lessons in love - Level 42 [#2]
 11. Adesso tu - Eros Ramazzotti [#1]
 12. Holiday rap - M.C. Miker G & D.J. Sven [#1, 1986/87]
 13. Russians - Sting [#2]
 14. One step - Kissing the Pink [#2]
 15. Touch me (I want your body) - Samantha Fox [#3]
 16. I'm your man - Wham! [#2, 1985/86]
 17. A Different corner - George Michael [#3]
 18. The Captain of her heart - Double [#3]
 19. The Edge of heaven - Wham! [#3]
 20. True blue - Madonna [#4, 1986/87]
 21. Diamond - Via Verdi [#1, 1985/86]
 22. Once more - Taffy [#3]
 23. Venus - Bananarama [#4, 1986/87]
 24. Kiss me Licia - Cristina D'Avena [#7, 1985/86]
 25. Lei verrà - Mango [#4]
 26. Geil - Bruce and Bongo [#4]
 27. Ti sento - Matia Bazar [#1, 1985/86]
 28. Say you say me - Lionel Richie [#3, 1985/86]
 29. We need protection - Picnic at the Withe House [#6]
 30. Looking for love - Tom Hooker [#6]
 31. Don't leave me this way - The Communards [#5, 1986/87]
 32. Absolute beginners - David Bowie [#3]
 33. Catch the fox - Den Harrow [#8, 1986/87]
 34. Sledgehammer - Peter Gabriel [#8]
 35. Bad boy - Den Harrow [#5, 1985/86]
 36. Typical male - Tina Turner [#8, 1986/87]
 37. Take my breath away - Berlin [#5, 1986/87]
 38. Rage hard - Frankie Goes to Hollywood [#5, 1986/87]
 39. True colors - Cyndi Lauper [#8, 1986/87]
 40. Modern lovers - Sandy Marton [#8]
 41. I do what I do - John Taylor [#6]
 42. Eldorado - Drum Theatre [#2]
 43. Broken wings - Mr. Mister [#7]
 44. Tutto matto - Lorella Cuccarini [#6, 1986/87]
 45. Senza un briciolo di testa - Marcella [#4]
 46. Fight for ourselves - Spandau Ballet [#7]
 47. Burning heart - Survivor [#5]
 48. Spirit in the sky - Doctor and the Medics [#6]
 49. That's what friends are for - Dionne Warwick & Elton John & Stevie Wonder & Gladys Knight [#10, 1985/86]
 50. Via di qua - Mina & Fausto Leali [#12, 1986/87]
 51. Kiss - Prince and the Revolution [#9]
 52. Innocent love - Sandra [#9]
 53. Hi! Hi! Hi! - Sandra [#8, 1985/86]
 54. Greatest love of all - Whitney Houston [#13]
 55. Stay with me - Eighth Wonder [#4]
 56. Hit that perfect beat - Bronski Beat [#7]
 57. E' tutto un attimo - Anna Oxa [#5]
 58. Io nascerò - Loretta Goggi [#6]
 59. Sun City - Artists United Against Apartheid [#11, 1985/86]
 60. I can't wait - Nu Shooz [#9]
 61. Harlem shuffle - The Rolling Stones [#7]
 62. Lancelot - Valerie Dore [#11]
 63. War - Bruce Springsteen [#10, 1986/87]
 64. Wonderland - Paul Young [#14, 1986/87]
 65. Love me Licia - Cristina D'Avena [#10, 1986/87]
 66. Walk this way - Run DMC & Aerosmith [#12, 1986/87]
 67. The Sun always shines on TV - A-Ha [#11]
 68. Juke box boy - Baltimora [#12]
 69. Innamoratissimo (tu che fai battere forte il mio cuore) - Righeira [#7]
 70. Dancing on the ceiling - Lionel Richie [#13]
 71. Too much - Hong Kong Syndikat [#7]
 72. I've been losing you - A-Ha [#11, 1986/87]
 73. Hunting high and low - A-Ha [#10]
 74. L'Onda - Riccardo Cocciante [#18]
 75. Life's what you make it - Talk Talk [#14, 1985/86]
 76. Move away - Culture Club & Boy George [#10]
 77. Hymne for Barilla (Hymn) - Press Agency [#13]
 78. No one is to blame - Howard Jones [#14]
 79. Charleston - Den Harrow [#17]
 80. Ouragan - Stephanie [#13]
 81. When tomorrow comes - Eurythmics [#16]
 82. Something about you - Level 42 [#18, 1985/86]
 83. Vai - Nino D'Angelo [#11]
 84. Heaven - Miguel Bosè [#11]
 85. Atlantis is calling - Modern Talking [#13]
 86. Invisible touch - Genesis [#21]
 87. Living in America - James Brown [#13]
 88. The Promise you made - Cock Robin [#18]
 89. To be a lover - Billy Idol [#16, 1986/87]
 90. Press - Paul McCartney [#21]
 91. Victory - Kool and the Gang [#16, 1986/87]
 92. Two people - Tina Turner [#10, 1986/87]
 93. Azzurra malinconia - Toto Cutugno [#14]
 94. Sinful - Pete Wylie [#16]
 95. Do ya do ya (wanna please me) - Samantha Fox [#19, 1986/87]
 96. Jeanny - Falco [#14]
 97. My boss - Linda Di Franco [#24]
 98. I'm not perfect (but I'm perfect for you) - Grace Jones [#22, 1986/87]
 99. Suburbia - Pet Shop Boys [#18, 1986/87]
100. Little girl - Sandra [#11]

Classifica Anno
I singoli più venduti

NB: I dischi presenti in classifica in più anni vengono inseriti nella Top100 dell'anno in cui hanno avuto il maggior successo, segnalando tra parentesi quadre gli anni di presenza in classifica. Il numero dopo il segno # indica la max posizione raggiunta nella classifica settimanale.

Successi in Italia

Successi in Italia  

Madonna é regina unica e sola delle classifiche italiane: True blue domina le vendite degli album, e i vari singoli estratti, tra cui "Papa don't preach", "Open your heart", La isla bonita e "Live to tell", sono puntuali numeri uno tra i singoli.
La signorina Ciccone é anche un'abile utilizzatrice del nuovo mezzo di comunicazione che sta sempre piú prendendo piede in tv, il videoclip. Tutti i suoi singoli hanno il supporto di video molto ben fatti, che spopolano su MTV o sulla seguitissima trasmissione "Deejay television". E proprio con un video per l'epoca originalissimo, che unisce film e disegni animati, si mettono in evidenza gli sconosciuti A-ha.
Take on me lancia il trio norvegese ed é campione di incassi in tutta Europa, e il video é premiato ovunque. In Italia, il 1986 é un altro anno pieno di successi clamorosi e mai piú ripetuti, come si dirà piú avanti, ma anche di conferme ai vertici: "Adesso tu" é il grande successo di Eros Ramazzotti, che lancia il suo primo album al numero 1, "Nuovi eroi". Se io fossi un angelo é il tormentone dell'anno, a firma di Lucio Dalla, Battisti riesce ancora a sfornare un numero 1, "Don Giovanni". "Giulio Cesare" é il brano portante del successo di Antonello Venditti, "Venditti e segreti". Continua la contrapposizione tra i Duran Duran, con "Notorious", e gli Spandau ballet, con "Through the barricades". Ma l'Italia é solo sfiorata dai due grandi numero uno dell'anno, Whitney Houston e sua zia, Dionne Warwick.

Artisti Stranieri

Artisti Stranieri

É di una debuttante, infatti, il numero uno dell'anno: la sconosciuta Whitney Houston supera anche Madonna, e fà strage di vendite e premi con il suo primo album omonimo.
La splendida "Greatest love of all" fà da traino a tutto il 33 giri, e insieme all'utilizzo, anche in questo caso, di video molto ben fatti, lanciano la bella Whitney nel firmamento delle stelle piú luminose del pop. Ma nonostante il suo straordinario successo, e quello di Madonna, é di un'altra signora il disco piú venduto dell'anno: Dionne Warwick incide con altri grandi artisti "That's what friends are for", stupenda canzone sull'amicizia, i cui proventi vengono devoluti alla ricerca sull'Aids, la cui drammaticità sta cominciando a impressionare l'opinione pubblica. Il miglior disco dell'anno, invece, musicalmente parlando, é "So", di Peter Gabriel, ex leader dei Genesis, il cui video "Sledgehammer" é il piú originale della stagione.
Straordinario successo per "Slippery when wet" dei Bon Jovi, che solo in patria vende 12 milioni di copie e lancia nell'olimpo dei grandi il gruppo del leader di origine italiana. "You give love a bad name" e Livin' on a prayer sono due successi da numero uno (quest'ultima recentemente eletta da MTV la migliore canzone degli anni 80), e il successo della band è tale da creare una nuova categoria di musica: il "glam metal".
Il successo del film "Top gun" lancia in orbita gli sconosciuti Berlin, con Take my breath away. I Survivor ripetono il successo di "Eye of the tiger" con "Burning heart", colonna sonora di "Rocky 4". L'inedita collaborazione tra i rapper Run DMC e il gruppo hard rock Aerosmith produce la simpatica e vendutissima "Walk this way". "Say you say me" é il piú grande successo nella pur brillante carriera di Lionel Richie. I Queen producono il loro album inedito di maggior successo degli anni 80, A kind of magic, con l'omonimo singolo e "Who wants to live forever", tema del film "Highlander". Il genio di Dave Stewart e la voce unica di Annie Lennox realizzano, anche grazie al tour mondiale, il maggior successo della brillante carriera degli Eurythmics, Revenge, con le splendide "When tomorrow comes" e "The miracle of love".


Meteore

Meteore

Anche il 1986 é ricchissimo di avvistamenti di stelle di mezza estate. La premiata ditta Cecchetto sforna tre prodotti: Taffy, i Via Verdi, con "Diamond", e soprattutto Tracy Spencer.
Run to me é un successo strepitoso, il vero hit dell'estate, e la simpatica, sconosciuta Tracy vince Festivalbar e telegatti a pioggia, per poi tornare nell'anonimato. Ivana Spagna non é propriamente una meteora, ma certo le vendite di "Easy lady" e la relativa esposizione televisiva, in futuro se le potrà solo sognare. L'italianissimo Den Harrow sforna il suo capolavoro(!) "Catch the fox". E Fox é il cognome dell'esplosiva Samantha, la super meteora dell'anno.
Con la sua dirompente carica, le curve pericolossissime e gli ammiccamenti espliciti di Touch me, conquista immediatamente il pubblico maschile, soprattutto quelli della fascia 13-18 anni. I suoi passati da ragazza di pagina 3 di vari tabloid inglesi non fanno altro che guadagnarle ulteriori consensi. Dopo un altro grande hit, "Nothing's gonna stop me now", sparirà dalla circolazione. E successo di un'estate, anzi per essere piú precisi di un inverno, é "Holiday rap", di MC Miker G e Dj Sven (?), due sconosciuti rapper, tornati immediatamente al loro vero lavoro (?). Bruce e Bongo sono invece due zoticoni tedeschi che esaltano le imprese del loro Boris Becker nel tormentone dell'anno, la mitica "Geil". Doctor & the medics sfrecciano con "Spirit in the sky", le Bananarama rifanno la vecchia "Venus" e la portano ai vertici delle classifiche, dove arrivano anche gli sconosciuti Picnic at the white house, con "We need protection".The captain of her heart é il solo grande successo della carriera di Double, così come "Looking for love" per Tom Hooker. Billy Ocean brilla di luce intensissima con "When the going gets tough", e se per caso vi ricordate anche i Cameo, quelli col sospensorio di lattice rosso, beh allora siete rovinati..ma "Word up"era proprio forte!


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu