1989 - Musica degli anni 80

Vai ai contenuti

Menu principale:

Anni 80
Menu


Anno

- 1970        - 1980
- 1971        - 1981
- 1972        - 1982
- 1973        - 1983
- 1974        - 1984
- 1975        - 1985
- 1976        - 1986
- 1977        - 1987
- 1978        - 1988
- 1979        - 1989

I singoli più venduti

  1. Lambada - Kaoma [#1, 1989/90]
  2. Viva la mamma - Edoardo Bennato [#1, 1989/90]
  3. Batdance - Prince [#2, 1989/90]
  4. C'è da spostare una macchina - Francesco Salvi [#1, 1988/89]
  5. Like a prayer - Madonna [#1]
  6. Esatto - Francesco Salvi [#1]
  7. Sowing the seeds of love - Tears For Fears [#2, 1989/90]
  8. Ti pretendo - Raf [#2, 1988/89]
  9. The Look - Roxette [#3]
 10. 051/222525 - Fabio Concato [#1, 1988/89]
 11. Vasco - Jovanotti [#2]
 12. Personal Jesus - Depeche Mode [#3, 1989/90]
 13. When the night comes - Joe Cocker [#1]
 14. Marina - Rocco and the Carnations [#2]
 15. Cherish - Madonna [#4, 1989/90]
 16. Express yourself - Madonna [#1]
 17. Belfast child [Ballad of the streets] - Simple Minds [#2]
 18. Healing hands - Elton John [#6, 1989/90]
 19. It's only love - Simply Red [#4]
 20. Milan Milan (Inno Milan) - I Fans [#15, 1988/89]
 21. Pump up the jam - Technotronic & Felly [#5, 1989/90]
 22. The Best - Tina Turner [#7, 1989/90]
 23. My brave face - Paul McCartney [#3]
 24. Rootsie & boopsie - Papa Winnie [#7]
 25. Lullaby - The Cure [#7]
 26. Ti lascerò - Anna Oxa & Fausto Leali [#3]
 27. I want it all - Queen [#4]
 28. Scappa con me - Jovanotti [#4]
 29. Sex no drugs and rock'n'roll - Jovanotti [#2]
 30. Partyman - Prince [#7, 1989/90]
 31. Dr. Jazz e Mr. Funk - Ladri di Biciclette [#12, 1989/90]
 32. Almeno tu nell'universo - Mia Martini [#6]
 33. Take me to your heart - Rick Astley [#6, 1988/89]
 34. Be free with your love - Spandau Ballet [#10, 1989/90]
 35. Canzoni - Mietta [#7]
 36. Americanos - Holly Johnson [#10]
 37. Name and number - Curiosity Killed the Cat [#11, 1989/90]
 38. Emilio - La Redazione di Emilio [#5]
 39. Cosa resterà degli anni '80 - Raf [#6]
 40. Survivor - Belen Thomas [#8]
 41. Revival - Eurythmics [#14, 1989/90]
 42. This is your land - Simple Minds & Lou Reed [#5]
 43. Smooth criminal - Michael Jackson [#11, 1988/89]
 44. La Notte vola - Lorella Cuccarini [#7]
 45. Ti ricordi di me? - Francesco Salvi [#7, 1989/90]
 46. Crossroads - Tracy Chapman [#16, 1989/90]
 47. She drives me crazy - Fine Young Cannibals [#17]
 48. Through the storm - Aretha Franklin & Elton John [#5]
 49. A Word in Spanish - Elton John [#14]
 50. Bambini - Paola Turci [#10]
 51. All she wants is - Duran Duran [#4, 1988/89]
 52. A che servono gli dei - Rossana Casale [#12]
 53. Leave a light on - Belinda Carlisle [#13, 1989/90]
 54. La Paloma blanca - Sandy Marton [#9]
 55. You on my mind - Swing Out Sister [#19]
 56. Some people - Cliff Richard [#14]
 57. Welcome - Gino Latino [#6, 1988/89]
 58. This time I know it's for real - Donna Summer [#11]
 59. If you don't know me by now - Simply Red [#16]
 60. Ride on time - Black Box [#19, 1989/90]
 61. Panama - Belen Thomas [#16]
 62. Don't ask me why - Eurythmics [#16, 1989/90]
 63. Aiè (oi iuai) - Gerry Scotti [#6]
 64. E allora e allora - Tullio De Piscopo [#15]
 65. Angel of Harlem - U2 [#6, 1988/89]
 66. Steamy windows - Tina Turner [#11, 1989/90]
 67. Love train - Holly Johnson [#21]
 68. Dançando lambada - Kaoma [#8, 1989/90]
 69. Gringo - Sabrina [#10]
 70. Diavolo in me - Zucchero [#14, 1989/90]
 71. If I could turn back time - Cher [#15, 1989/90]
 72. Lambada Dance remix - Carioca [#11, 1989/90]
 73. Dressed for success - Roxette [#14]
 74. Do you believe in shame? - Duran Duran [#7]
 75. Hijo de la luna (Figlio della luna) - Meccano [#18]
 76. The Sensual world - Kate Bush [#15]
 77. Till the next somewhere - Dee Dee Bridgewater & Ray Charles [#17]
 78. This generation - Ivana Spagna [#17]
 79. Taxi - Francesco Salvi [#15]
 80. Don't you want me baby - Mandy Smith [#13]
 81. Chi voglio sei tu - Ricchi e Poveri [#18]
 82. Ladri di biciclette - Ladri di Biciclette [#17]
 83. Ti voglio bene Denver - Cristina D'Avena [#34, 1989/90]
 84. Love house - Samantha Fox [#14, 1988/89]
 85. Voglio fare l'amore - Gianna Nannini [#19]
 86. Listen to your heart - Roxette [#18, 1989/90]
 87. Leave me alone - Michael Jackson [#11]
 88. Se non avessi te - Fiordaliso [#14]
 89. Wish me luck - Ofra Haza [#22, 1989/90]
 90. Take care of yourself - Level 42 [#19, 1989/90]
 91. Ferry 'cross the Mersey - The Christians & Holly Johnson & Paul McCartney & Gerry Marsden [#19]
 92. Le Mamme - Toto Cutugno [#13]
 93. Losing my mind - Liza Minnelli [#27, 1989/90]
 94. What have you done to the night - Betti Villani [#26]
 95. Non finisce così - Riccardo Fogli [#16]
 96. Bikini - Christian [#29]
 97. Don't worry be happy - Bobby McFerrin [#18, 1988/89]
 98. Good tradition - Tanita Tikaram [#32, 1988/89]
 99. Se me lo dicevi prima - Enzo Jannacci [#18]
100. Stringimi - Matia Bazar [#14]

Classifica Anno
I singoli più venduti

NB: I dischi presenti in classifica in più anni vengono inseriti nella Top100 dell'anno in cui hanno avuto il maggior successo, segnalando tra parentesi quadre gli anni di presenza in classifica. Il numero dopo il segno # indica la max posizione raggiunta nella classifica settimanale.

Successi in Italia

Successi in Italia    

La hit parade italiana di inizio 1989 è dominata dal comico Francesco Salvi, prima con "C'è da spostare una macchina", poi con "Esatto", che tiene dietro le ennesime Jovanottate, tra cui "spicca" "Vasco". Madonna (Like a prayer, "Express yourself", la prima con un video molto contestato dalle comunità cristiane) conferma il suo ruolo di regina delle classifiche, mentre l'estate lancia il duo dei Roxette ("The look", Listen to your heart) e regala un clamoroso successo a Edoardo Bennato, con "Viva la mamma". Gli sconosciuti Rocco & the carnations fanno il botto con la hit dell'estate, "Marina". L'autunno porta invece il fenomeno assoluto dell'anno, la lambada.
È un nuovo ballo sudamericano, portato in Europa dal gruppo dei Kaoma(?), e diffusosi come una malattia, come neanche la disco dance ai tempi della "Febbre del sabato sera". Diventa un autentico fenomeno di costume, come succederà anni dopo con "Asereje", per esempio. Sarà anche la ultima numero uno degli anni 80, vanamente contrastata da Phil Collins con Another day in paradise.
La classifica degli album, se non altro, è invece tutta made in italy, con "Oro incenso e birra" di Zucchero, che ripete gli exploit di "Blues", e Liberi liberi, di Vasco Rossi. Il cantautore emiliano ha attraversato da protagonista tutti gli anni 80, dall'esordio con ultimo posto a San Remo (come Zucchero, del resto) agli album che lo hanno fatto diventare il numero uno del rock nostrano. I due ex trombati del festival lasciano poco spazio alla concorrenza, tra cui si distinguono, comunque, Tina Turner ("Foreign affair"), la prima antologia dei Dire Straits, "Money for nothing", e i Simpy Red ("A new flame"). Al termine di dieci anni, resta da fare un veloce consuntivo: i quattro dischi probabilmente più importanti, nelle categorie "45 giri italiani", "45 giri stranieri", "lp italiani", "lp stranieri" sono stati, a mio modesto avviso, "La donna cannone", "Don't give up", "La voce del padrone" e "The Joshua tree".


Artisti Stranieri

Artisti Stranieri

In un annata non proprio indimenticabile, trionfa il duo dei Milli Vanilli. "Girl you know it's true", "Girl, i'm gonna miss you", e soprattutto Blame it on the rain fanno di questa giovane accoppiata gli assoluti fenomeni delle classifiche internazionali.
Ma non é tutto oro ciò che luccica: nella primavera del 1990, si viene a sapere che i due nelle canzoni campioni delle hit in realtà avevano messo solo la faccia: la voce era in realtà di un trio di cantanti dietro le quinte, e i Milli muovevano solo la bocca. Lo scandalo che ne segue provoca un forte esaurimento nervoso per uno dei due componenti del duo, che di lì a poco preferirà il suicidio alla vergogna. Tristi storie, negli anni 80 della musica..Nessuno invece trova niente da ridire su un altro duo, i Roxette, che con "The look" e "Listen to your heart" iniziano la scalata alle vette della pop music. Vette raggiunte quest'anno da Paula Abdul, con l'album campione del 1989, "Forever your girl". I Fine young cannibals realizzano una delle canzoni più ricordate del decennio, She drives me crazy, mentre una non giovanissima Cher si propone come sexy star della canzone con "If i could turn back time". La colonna sonora di "Batman" riporta in vetta Prince, o comunque si chiami in questo scorcio di fine anni 80. "Stand" è il primo grande successo di un gruppo americano di cui sentiremo parlare negli anni 90, i R.E.M. Michael Jackson, con "Thriller", e Madonna, con "Like a virgin", sono gli indiscutibili numeri uno degli anni 80, che ci lasciano anche gli U2 come inevitabili campioni delle classifiche.



Meteore

Meteore

Francesco Salvi sa troppo bene di non essere un cantante per poter rientrare nella categoria delle meteore canore, e perciò cede volentieri il posto a Rocco & the carnations, che con "Marina" riescono a imbucarsi per un mese alla festa delle celebritá prima di tornare alla grigia vita di tutti i giorni (che poeta..). Spiacente, non sono rintracciabili loro foto. Gurdate invece chi ho trovato..
Figlio della luna è il grande successo del 1989 degli sconosciuti Mecano, che poi torneranno subito dopo ad esserlo, sconosciuti: l'impronunciabile "Shooting rubberbands at the moon" propone un gruppo molto interessante, Edie Brickel and the new bohemians, di cui però non si sentirà parlare ancora molto, in futuro. Nascono e muiono in una serata decine di gruppi che hanno qualcosa a che fare con la pallosissima lambada. Si chiudono così gli anni 80 delle meteore, con fenomeni che ricorderemo sempre, come Alan Sorrenti, Alberto Camerini, i Rockets, i Righeira, Falco, Plastic Bertrand, Samantha Fox..anche grazie a loro, gli anni 80 sono stati davvero mitici.

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu